Il blog di Italians for Darfur

martedì, novembre 08, 2016

Varie manifestazioni nel Paese contro l'aumento dei prezzi del carburante e dell'energia

Le proteste su piccola scala sono continuate per il secondo giorno in diversi punti della Capitale sudanese, Khartoum, ed in altre città del Paese contro la decisione del Governo di alzare i sussidi ai combustibili ed il prezzo dell'energia elettrica.

Il Governo del Sudan ha aumentato i sussidi per il carburante ed il prezzo dell'energia elettrica, nel tentativo di fermare l'ondata di inflazione e controllare la caduta di sterlina sudanese nel mercato nero.

Domenica sera, decine di persone hanno manifestato nella Capitale dello Stato di al-Jazeera, Wad Medani, cantando "Libertà. Pace. Giustizia. La rivoluzione è la scelta del popolo", prima di essere dispersi dalla polizia e dai servizi di sicurezza.

In un quartiere di Khartoum, al Deim, i manifestanti hanno marciato nelle strade laterali scandendo slogan anti-regime.

Lunedì, gli studenti dell'Università di Khartoum (UofK) sono scesi in piazza per protestare contro l'aumento dei prezzi prima che la polizia antisommossa usasse gas lacrimogeni e manganelli per disperderli.

Etichette: , , , ,