Il blog di Italians for Darfur

domenica, giugno 18, 2006

I TG Italiani sono indifferenti a tutte le crisi umanitarie. Solo un'ora per il Darfur nel 2005.

The new report of Doctors Without Borders -Italy and Osservatorio di Pavia is a qualitative and quantitative analysis of the space that the main editions (lunch/evening) of the national news of RAI, Mediaset and La7 has dedicated to the humanitarian emergencies in the course of 2005. An hour only for the crisis in Darfur.
_
Nel gennaio 2006 Medici senza Frontiere ha presentato il secondo rapporto dell'Osservatorio Crisi Dimenticate: un'iniziativa in collaborazione con l'Osservatorio di Pavia, che ha effettuato un'analisi qualitativa e quantitativa dello spazio che le principali edizioni (pranzo / sera) dei TG nazionali di RAI, Mediaset e La7 hanno dedicato alle emergenze umanitarie nel corso del 2005.
Dal loro sito si può leggere:

"Entrando poi nel dettaglio delle dieci crisi umanitarie più ignorate, anche nei nostri TG queste hanno trovato poco spazio:

  • 1 ora e 37 minuti al fenomeno AIDS in generale (di cui 1 solo minuto dedicato alla lotta all'AIDS in Africa);
  • 1 ora e 24 minuti dedicati alla Somalia (di cui 2 soli minuti sono stati dedicati agli scontri e alle tensioni che affliggono la popolazione civile);
  • 48 minuti dedicati alla crisi in Cecenia;
  • 28 minuti alla situazione in Colombia;
  • 21 minuti ad Haiti, ma solamente al sequestro lampo di una donna di origine italiana;
  • 8 minuti alla guerra in Congo;
  • 7 minuti alla situazione in Sud Sudan;
  • 4 minuti alla guerra in Uganda;
  • 0 minuti ai conflitti interreligiosi in India nord-orientale;
  • 0 minuti alla situazione in Costa d'Avorio.


Pochissimo spazio è stato inoltre dedicato ad altre gravi crisi umanitarie:
poco più di un'ora alla tragedia del Darfur, dove due milioni di sfollati continuano a vivere in una condizione di estrema precarietà, sottoposte a violenze e tensioni permanenti.
sei minuti all'epidemia di malaria, che ogni anno provoca oltre un milione di morti;
due minuti alla situazione in Angola e a quella in Zimbabwe. "

6 Comments:

  • sarei contento se insirissi il mio blog tra i tuoi blog per il Darfur...
    grazie
    don paolo padrini
    passineldeserto.blogosfere.it

    By Blogger paolo padrini, at 6:32 AM  

  • Ho firmato e inviato.
    Mauro Biani

    By Blogger mauro biani, at 1:28 PM  

  • You are right.
    The humanitarian crisis is large.
    Do not forget Rape as an act of war is predominant here as well.
    Pressure must be exerted on the Sudanese government.

    http://hellonearth.wordpress.com
    http://wonderlandornot.bet

    By Blogger Alice: In Wonderland or Not, at 10:56 AM  

  • You have to teach me Italian first before I can read your posts.

    I have an intelligence observer in Darfur.

    God bless.

    By Blogger Toniyah Tonijah, at 11:58 AM  

  • Thank you Alice.
    I know about rape. It happened the same in Yugoslavia war some years ago.. just a corner far from Italy... ( well..."near Italy! ") The problem is that pressure can be exerted if people know it...but a lot of italian people don't know what is the meaning of Darfur "genocide"...

    By Blogger IB4D, at 5:33 PM  

  • For Toniyah:

    I'm sorry, I've added a short translation of my last post on the report of DWBs
    ...the first post has been written by Save and it's a complaint against the silence of italian media and the silence of italian pacifists on Darfur

    By Blogger IB4D, at 5:38 PM  

Posta un commento

<< Home