Il blog di Italians for Darfur

lunedì, agosto 14, 2017

Le Guardie di Frontiera rifiutano di consegnare le armi al Governo

Le Border Guards Force  (BGF) nei cinque Stati del Darfur hanno rifiutato di unirsi con le Forze di Sostegno Rapido (RSF), affermando di non voler cooperare con un piano governativo volto a raccogliere armi illegali.

Il mese scorso, il ministro della Difesa Ahmed Awad Ibn Auf aveva annunciato un piano per riorganizzare le "forze di sostegno" dell'esercito sudanese. Lo scopo è quello di attuare le raccomandazioni del dialogo nazionale che prevedono l'integrazione di tutte le milizie all'esercito sudanese.

Inoltre, il vicepresidente Hasabo Mohamed Abdel-Rahman ed il Capo del più Alto Comitato del Disarmo del Darfur si sono recati e riuniti cinque giorni nello Stato del Darfur per attuare un piano di governo per raccogliere le armi illegali da individui e tribù.




Etichette: , , , , , ,

venerdì, agosto 11, 2017

Divergenze e scontri tra due fazioni dello SPLM-N

Il Movimento per la Liberazione del Popolo del Sudan guidato da Malik Agar (SPLM-N Agar) ha accusato Abdelaziz al-Hilu, presidente dell'altra fazione (SPLM-N al-Hilu) di minare gli sforzi in corso per riunire il gruppo e ha annunciato di costruire una struttura separata.

Al-Hilu due giorni fa ha promosso i generali militari, ha nominato due nuovi vice presidenti e un nuovo capo di personale dell'ala militare del suo gruppo. Inoltre, ha nominato un comitato per organizzare una convenzione nazionale straordinaria presieduta dal portavoce ufficiale dello SPLM/A-N, Arnu Ngutullu Loddi.

Etichette: , , , , , ,

giovedì, agosto 10, 2017

AFRICOM discute del terrorismo e della sicurezza regionale

Il Capo dello Stato Maggiore del Sudan (SAF), Emad al-Din Mustafa Adawi, ed il Vice Comandante USA in Africa (AFRICOM), Alexander Laskaris, hanno discusso della sicurezza regionale e la cooperazione congiunta per combattere il terrorismo ed il traffico di esseri umani.

Nelle dichiarazioni stampa dopo il suo incontro con Laskaries, Adawi ha dichiarato che la visita del Vice Comandante in Sudan rientra nell'ambito del dialogo e della cooperazione tra i due Paesi ed eserciti.

Etichette: , , , , , ,

mercoledì, agosto 09, 2017

Cambio ai vertici militari di UNAMID

Il tenente generale Leonard Muriuki Ngondi, cittadino keniano, è stato nominato comandante della forza per l'Operazione Ibrida delle Nazioni Unite ed Unione Africana nel Darfur (UNAMID).

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ed il Presidente della Commissione dell'UA, Moussa Faki Mahamat, hanno annunciato la nomina di Muriuki, che succede a Frank Mushyo Kamanzi.

Muriuki, che è attualmente il comandante del National Defense College, posizione che ha tenuto dal 2016, ha riferito di avere una carriera distinta con le forze di difesa keniane, che si estende per oltre trentanove anni, in cui era diventato comandante dell'esercito (2015-16).

Etichette: , , , ,

martedì, agosto 08, 2017

Incontro al-Bashir e monarca saudita in Marocco

Il presidente sudanese Omer al-Bashir ha incontrato lunedì il re Salman bin Abdulaziz Al Saud dell'Arabia Saudita nella residenza ospite di quest'ultimo nella città marocchina di Tangeri.

L'agenzia di stampa ufficiale saudita SPA ha dichiarato che i due leader hanno scambiato colloqui fraterni e rivisto le relazioni tra i due Paesi.

Secondo l'agenzia, all'incontro hanno partecipato il principe Khalid bin Fahd bin Khalid; il Principe Mansour bin Saud bin Abdulaziz; Dr. Abdulaziz bin Mohamed Khoja, ambasciatore saudita nel Regno del Marocco; oltre ad un certo numero di principi.

Il Sudan ha tagliato i legami con l'Iran e fornisce importanti contingenti militari impegnati in una coalizione saudita guidata contro i ribelli sciiti Houthi in Yemen.

Tuttavia, il Sudan ha rifiutato di tagliare i legami con l'altro alleato, il Qatar, dopo una frattura tra i due Paesi del Golfo sul presunto sostegno al terrorismo. Al-Bashir ha dichiarato il suo sostegno alla mediazione del Kuwait per porre fine al conflitto.

Etichette: , , , , , , , , ,

lunedì, agosto 07, 2017

L'ex Comandante USA dell'AFRICOM visiterà il Sudan

Il Vice Comandante del Comando USA per l'Africa visiterà il Sudan questo mese per discutere della cooperazione sulla difesa e le relazioni di partenariato con la Nazione orientale africana.

Il Sudan, che è sotto l'embargo economico statunitense e nell'elenco degli Stati sponsor del terrorismo, lo scorso aprile, ha partecipato per la prima volta alla riunione dei capi dello staff generale dell'AFRICOM a Stoccarda, in Germania.

Domenica, il Capo dello Staff Generale dell'Esercito del Sudan, il generale Emad al-Din Mustafa Adawi, ha discusso la preparazione della visita con l'incaricato d'affari statunitense Steven Koutsis e l'attacché militare statunitense a Khartoum, Jörn Pung.

Etichette: , , , , , ,

venerdì, agosto 04, 2017

Il Sudan chiede all'Egitto di fermare il sostegno libico ai ribelli del Darfur

Il Ministro degli Esteri sudanese, Ibrahim Ghandour, ha chiesto al Governo egiziano di cooperare  per fermare il sostegno fornito da alcuni partiti libici ai gruppi ribelli della regione del Darfur.

Ghandour e la sua controparte egiziana, Sameh Shoukry, hanno tenuto delle riunioni di consultazioni politiche congiunte in cui hanno discusso l'attuazione dei risultati del Comitato di Cooperazione Presidenziale Congiunto tenutasi lo scorso giugno, compreso il documento di Cooperazione Strategica, la Cooperazione Consolare, il Comitato di Frontiera, il Coordinamento a Livello Regionale ed il Forum Internazionale e gli Sviluppi Regionali.

Parlando ad una conferenza stampa congiunta dopo la fine della riunione, i due Ministri hanno sottolineato i progressi realizzati in diverse aree, sottolineando che la campagna mediatica ostile è stata fermata. 

Etichette: , , , , , ,

giovedì, agosto 03, 2017

Studente rischia la pena di morte anche se in assenza di prove

Un tribunale della Capitale sudanese ha ritardato per la seconda volta la condanna su un caso di uno studente universitario accusato di aver ucciso un poliziotto durante le proteste all'Università di Khartoum.

Asim Omer, 21 anni, è uno studente della Facoltà di Scienze Amministrative, UofK e membro della Conferenza degli Studenti Indipendenti (CIS), un braccio studentesco dell'opposizione del Partito del Congresso Sudanese (SCoP).

È stato arrestato dal servizio di sicurezza sudanese e accusato di aver ucciso un poliziotto morto a causa di una Molotov durante le proteste di Khartoum nell'aprile del 2016.

Il giudice ha rinviato la sua sentenza per la seconda volta fino al 15 agosto a causa dell'assenza di testimoni. In una dichiarazione estesa ai media, lo SCoP ha dichiarato che la decisione del tribunale sottolinea che Omer sta correndo il rischio di essere ucciso a qualsiasi costo.

Etichette: , , , , ,

mercoledì, agosto 02, 2017

Le famiglie dei detenuti politici protestano per il loro rilascio

Le famiglie di due importanti membri dell'opposizione del Partito del Congresso Sudanese (SCoP) hanno organizzato una protesta che richiede la loro liberazione davanti alla sede dei servizi di sicurezza della capitale a Khartoum.

Il partito dell'opposizione ha organizzato un sit-in per protestare contro la persistente detenzione dell'ex Presidente dello SCoP, Ibrahim al-Sheikh, e di Abubakr Youssef, segretario politico del partito, che sono stati arrestati senza che venisse concesso alle loro famiglie di fargli visita.

Etichette: , , ,

martedì, agosto 01, 2017

Al-Bashir promette sforzi per la pace in Sud Kordofan

Il presidente sudanese Omer al-Bashir si è impegnato a continuare gli sforzi per raggiungere la pace e lo sviluppo nello stato del Sud-Kordofan.

Il Sud Kordofan ed il vicino Stato del Nilo Azzurro sono la scena del conflitto violento tra il Movimento Popolare per la Liberazione del Sudan_Nord (SPLM-N) e l'esercito sudanese dal 2011.

Al-Bashir, che ha incontrato i media all'apertura del secondo festival del turismo, degli investimenti e dello shopping a sud di Kadougli, ha detto che "la guerra non porta altro che distruzione", indicando che ostacola lo sviluppo e la costruzione.

Ha detto che la pace nel Sud Kordofan è una priorità assoluta per il suo Governo, sottolineando che continueranno a lanciare progetti di sviluppo e ricostruzione.



Etichette: , , ,

lunedì, luglio 31, 2017

Il Presidente del Sudan parla di libertà religiosa con la chiesa anglicana

Il Presidente del Sudan, Omer al-Bashir, ed il capo della Chiesa d'Inghilterra, Justin Welby, hanno discusso sulla libertà religiosa in Sudan, poiché il Governo ha ribadito la sua volontà del Governo di proteggere i cristiani.

Intanto, in una cerimonia tenutasi a Khartoum domenica scorsa. l'Arcivescovo di Canterbury ha stabilito Ezechiel Kondo Kumir Kuku come primo arcivescovo del Sudan.

Dopo la sua proclamazione, il nuovo primate ha detto ai giornalisti che la sua installazione contribuirebbe a garantire che la Chiesa anglicana del Sudan sia rispettata in particolar modo dal Governo.

Etichette: , , ,

venerdì, luglio 28, 2017

Il Partito di Governo rifiuta l'apertura di una nuova base UNAMID

L'apertura di una base temporanea della Missione ibrida di mantenimento della pace nel Darfur (UNAMID), a Darjeeling Marra, Stato del Darfur Centrale, è stata respinta da un leader del Partito del Congresso Nazionale del Sudan.

"La zona di Jebel Marra di Golo non ha bisogno di nuove forze dell'ONU, il Darfur è diventato sicuro e stabile grazie agli sforzi compiuti dalle autorità competenti per proteggere i civili nel Darfur", ha dichiarato al-Daw al-Faki, segretario del Segretariato del Grande Darfur del partito presso il Media Center Sudanese (SMC).

http://www.sudantribune.com/spip.php?article63096

Etichette: , , , ,

mercoledì, luglio 26, 2017

Prove sull'uso della tortura da parte del Governo sudanese sui prigionieri di guerra

Fonti affidabili confermate hanno indicato che i detenuti appartenenti ai movimenti ribelli sono stati sottoposti a tortura da parte del Governo del Sudan. 

Abbiamo appreso che Ahmed Hussain (Adorob), il portavoce militare dello SLM-MM è stato sottoposto ad una grave tortura che gli ha causato la rottura della mano e della gamba. È stato portato all'ospedale militare di Omdurman il 19 luglio.

Mr. Ahmed Hussain Mustafa è stato catturato con diversi suoi colleghi durante le ultime battaglie del 20 maggio nel Darfur Est. Il prigioniero era stato mostrato in TV e nei social media senza ferite e mano e gamba rotte.

Questo atto pericoloso perpetrato dal Governo ha confermato le continue informazioni sulla violazione dei diritti dei prigionieri di guerra (PoWs) in totale violazione delle convenzioni di Ginevra, dei protocolli e del diritto internazionale umanitario.

Il caso di Ahmed Hussain Mustafa è ora una testimonianza chiara del fatto che anche altri detenuti stessero subendo la tortura e siano sottoposti allo stesso trattamento.

Invitiamo il popoli sudanese, gli attivisti per i diritti umani, le organizzazioni internazionali e la comunità internazionale ad intraprendere azioni adeguate ed immediate per esercitare pressioni sul Governo del Sudan con lo scopo di impedirgli di commettere tali atrocità che costituiscono crimini di guerra e crimini contro l'umanità e di obbligarlo al rispetto delle convenzioni internazionali che proteggono i diritti dei PoW.


Fonte: Sudan Liberation Movement-MM (Mr. Mohamed Hassan Haroun
Spokesperson); Sudan Liberation Movement-Transitional Council (Mr. Abdalla Adam Abdalla
Spokesperson)

Etichette: , , , , , , ,

martedì, luglio 25, 2017

La mancanza di staff come causa del ritardo della rimozione delle sanzioni

L'esperto USA degli Affari a Khartoum, Koutsis, hanno detto chela mancanza del personale nel Dipartimento di Stato è stato il motivo principale per il rinvio delle sanzioni per il Sudan.

L'ambasciatore Koutsis ha detto ai giornalisti che nella riunione con il Governo sudanese ha discusso l'attuazione dei cinque punti in agenda, dei diritti umani e della libertà religiosa oltre che del futuro della Missione ibrida di mantenimento della pace nel Darfur (UNAMID).

Ha, inoltre, respinto le accuse secondo cui il suo Paese ha ritardato l'abolizione delle sanzioni in base a un piano volto a dividere il Sudan nel quadro del piano "Nuovo Medio Oriente".

Etichette: , , , ,

lunedì, luglio 24, 2017

Il Sudan lancia campagna per il disarmo in Darfur prima della fine del 2017

Il vicepresidente sudanese, Hasabo Abel Rahman, ha annunciato che il suo Governo lancerà una campagna per raccogliere armi nel Darfur e riorganizzare le milizie governative entro la fine dell'anno.

Nell'aprile dello scorso anno, il presidente sudanese Omer al-Bashir aveva formato un organismo nazionale, l'Alto Comitato per il Disarmo del Darfur, incaricato della raccolta di armi illegali nella regione, aggiungendo che la campagna sarebbe stata volontaria in una prima fase per poi diventare obbligatoria.

Parlando in una conferenza tenutasi a El-Fasher, Capitale dello Stato del Nord Darfur, il funzionario sudanese ha rinnovato le richieste per i gruppi armati di partecipare al processo di pace. Ha anche chiesto la riconciliazione tra le diverse tribù e gruppi etnici della regione.

Etichette: , , , , ,