Il blog di Italians for Darfur

venerdì, settembre 23, 2016

Al-Bashir dissolve ufficialmente l'autorità del Darfur

Il Presidente Omer al-Bashir ha pubblicato un decreto che annuncia lo scioglimento della Regione Darfur (DRA) dopo l'approvazione della legge del Governo del giugno scorso.

L'ente regionale che è stato presieduto da Tijani al-Sissi era stato incaricato, dopo l'attuazione del Documento di Doha per la pace in Darfur (DDPD), di visionare un accordo quadro del Governo e due ex gruppi ribelli della Regione nel luglio 2011 e aprile 2013 .

Il decreto presidenziale che elimina gli organi esecutivi e legislativi della Regione è stato annunciato ufficialmente giovedì, ma il gabinetto del Sudan lo aveva approvato già dal 13 giugno 2016. 

Etichette: , , ,

giovedì, settembre 22, 2016

Il Regno Unito si sta muovendo per la pace in Sudan

Il Rappresentante Speciale del Regno Unito per il Sudan ed il Sud Sudan, Chris Trott, ha detto che il Governo sudanese e l'opposizione potrebbero raggiungere la pace attraverso la mediazione del Gruppo di Attuazione di Alto Livello dell'Unione Africana (AUHIP).

Nella dichiarazione estesa ai media dall'Ambasciata britannica a Khartoum, Trott ha affermato che il Regno Unito si sta impegnando a sostenere la pace, la stabilità, lo sviluppo economico e dei diritti umani in Sudan.

"Ho incoraggiato tutte le parti a dimostrare la flessibilità necessaria per raggiungere un accordo sulla cessazione delle ostilità e l'accesso umanitario nelle Due Aree ed in Darfur, per arrivare ad un cessate il fuoco permanente ed un dialogo nazionale inclusivo", ha sottolineato Trott indicando la necessità del Sudan di raggiungere un cessate il fuoco permanente e coinvolgere nel dialogo nazionale globale.

Etichette: , , , ,

mercoledì, settembre 21, 2016

L'opposizione al Sudan chiede ad Al-Bashir un processo di pace più inclusivo

I partiti di opposizione del nord Sudan hanno chiesto al presidente Omar al-Bashir di portare avanti il processo di pace con i ribelli del sud ed espanderlo per includere anche le loro fazioni.

In una dichiarazione inviata ai media il Partito dell'Umma, il Partito Unionista Democratico, il Partito Comunista ed altri partiti hanno sottolineato che il processo di pace non avrebbe i suoi frutti se sarà limitato solo all'Esercito di Liberazione del Popolo del Sudan (SPLA).

"Tutti i sudanesi hanno il diritto di decidere sul futuro della loro patria e di elaborare una nuova mappa del Sudan insieme", hanno detto l'unione dei partiti di opposizione.

http://www.sudantribune.com/spip.php?article7

Etichette: , ,

martedì, settembre 20, 2016

Incontro fra la delegazione del Sudan e quella degli USA per migliorare le relazioni bilaterali

Alcuni alti funzionari del Sudan e degli Stati Uniti si incontreranno a New York per continuare le discussioni sulle relazioni bilaterali.

Secondo il quotidiano Al-Sudani, una squadra ministeriale formata dal presidente Omer al-Bashir per migliorare le relazioni con Washington, dovrebbe discutere con i funzionari statunitensi i modi per normalizzare i legami tra i due Paesi e le possibilità per l'attuazione di una revoca parziale delle sanzioni, in particolare per quanto riguarda il tema dei bonifici bancari.

Il team sudanese è guidato dal Ministro degli Esteri, Ibrahim Ghandour, e comprende i rappresentanti del Ministero della Difesa, del Ministero delle Finanze, della Banca centrale del Sudan (CBO), della Commissione per gli Aiuti Umanitari (HAC) e del National Intelligence e Security Services (NISS).

Etichette: , , , ,

lunedì, settembre 19, 2016

Il Regno Unito dona 3 milioni di sterline al WFP per il Darfur

Il Governo del Regno Unito ha donato tre milioni di sterline al Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) per implementare il programma di assistenza in Darfur.

"Il WFP prevede di utilizzare 2 milioni di sterline per sostenere 220.000 persone sfollate in tutto il Darfur per quattro mesi, aiutandoli ad acquistare una vasta gamma di prodotti alimentari dai negozi locali. Il restante milione di sterline sarà utilizzato per aumentare i 2,2 milioni di sterline che il WFP aveva ricevuto all'inizio di quest'anno per il lancio del programma di assistenza in denaro", ha detto l'Agenzia in un comunicato esteso ai media.

http://www.sudantribune.com/spip.php?article60276

Etichette: , , ,

venerdì, settembre 16, 2016

UNHCR: nuovi rifugiati dal Sud Kordofan arrivano nel Sud Sudan

L'Agenzia per i Rifugiati delle Nazioni Unite (UNHCR) ha comunicato di aver registrato ed assistito a 298 nuovi arrivi dallo Stato del Sud Kordofan solo il mese scorso, portando il numero di nuovi arrivi dal 1 ° gennaio del 2016 a 9291 persone.

Quasi il 90% dei nuovi arrivi, secondo UNHCR, sono donne e bambini delle province del Sudan di Boram, Heban e Umdoreen. I minori non accompagnati ed i bambini separati rappresentano il 10% dei nuovi arrivi.

"Hanno riferito che la fame, i bombardamenti aerei e gli attacchi di terra rappresentano le principali ragioni della fuga verso il Sud Sudan", si legge in un bollettino di UNHCR.

http://www.sudantribune.com/spip.php?article60240

Etichette: , , ,

giovedì, settembre 15, 2016

L'opposizione sudanese si incontra per trovare un punto comune per la pace

Le forze del Sudan Call si preparano a incontrare nella Capitale etiope, Addis Abeba, per coordinare le proprie posizioni in vista degli incontri con il Governo sulla cessazione delle ostilità, l'accesso umanitario e la conferenza nazionale di dialogo costituzionale.

Delle fonti dell'opposizione hanno confermato che la leadership del Consiglio dell'alleanza di opposizione si riunirà dal 25 al 30 settembre per coordinare le posizioni e discutere alcune questioni organizzative.

Inoltre, l'incontro dovrà approvare la delegazione del Sudan Call per l'Incontro Strategico con il Governo per discutere delle misure di fiducia che dovranno essere prese prima della conferenza costituzionale e delle posizioni unificate da adottare per il meeting.

Etichette: , ,

mercoledì, settembre 14, 2016

Al-Bashir si prepara agli accordi di pace nel Sud Darfur

Il Governatore dello Stato del Sud Darfur, Adam al-Faki, ha detto che sono in corso degli accordi per la visita del Presidente Omer al-Bashir nella località di Shattaya dove decine di sfollati (IDP) sono recentemente tornati nei loro villaggi di origine.

L'Agenzia di stampa di Stato (SUNA) ha comunicato che 150 leader dei rifugiati del campo di Kalma sono tornati alla località di Shattaya, 68 km a ovest della Capitale del Sud Darfur, Nyala.

Al-Faki ha sottolineato che il ritorno dei capi dei rifugiati è arrivato dopo l'arrivo del personale di sicurezza, la polizia ed il personale militare e la nomina di un nuovo commissario, sottolineando che la situazione nella zona è tornata stabile.

Etichette: , ,

martedì, settembre 13, 2016

Il Sudan critica l'atto anti terrorismo approvato dagli Stati Unti

Il Governo del Sudan ha criticato l'atto anti-terrorismo approvato dal Congresso degli Stati Uniti che permette alle famiglie del 9/11 vittime di citare in giudizio l'Arabia Saudita nei tribunali degli Stati Uniti e lo ha descritto come un'evidente violazione dei principi delle Nazioni Unite.

Venerdì scorso, la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato la legge, denominata Atto di Giustizia contro gli Sponsor del Terrorismo (JASTA), con voto unanime. Il Senato aveva approvato il disegno di legge a maggio, anche esso tramite una voce votazione unanime.

La legislazione dovrebbe permettere ai membri delle famiglie delle vittime del 9/11 di sporgere denuncia contro il Governo saudita per qualsiasi possibile ruolo che i suoi funzionari hanno giocato negli attacchi al World Trade Center ed al Pentagono. Quindici dei diciannove terroristi coinvolti negli attacchi terroristici del 9/11 erano cittadini sauditi.

Etichette: , , , ,

Il Sudan critica l'atto anti terrorismo approvato dagli Stati Unti

Il Governo del Sudan ha criticato l'atto anti-terrorismo approvato dal Congresso degli Stati Uniti che permette alle famiglie del 9/11 vittime di citare in giudizio l'Arabia Saudita nei tribunali degli Stati Uniti e lo ha descritto come un'evidente violazione dei principi delle Nazioni Unite.

Venerdì scorso, la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato la legge, denominata Atto di Giustizia contro gli Sponsor del Terrorismo (JASTA), con voto unanime. Il Senato aveva approvato il disegno di legge a maggio, anche esso tramite una voce votazione unanime.

La legislazione dovrebbe permettere ai membri delle famiglie delle vittime del 9/11 di sporgere denuncia contro il Governo saudita per qualsiasi possibile ruolo che i suoi funzionari hanno giocato negli attacchi al World Trade Center ed al Pentagono. Quindici dei diciannove terroristi coinvolti negli attacchi terroristici del 9/11 erano cittadini sauditi.

Etichette: , , , ,

domenica, settembre 11, 2016

Il JEM-Dabago chiede il trasferimento dei prigionieri di guerra

L'ex gruppo ribelle del Movimento per la Giustizia e e l'Uguaglianza (JEM-Dabago), un gruppo separatista dal JEM, ha chiesto questi ultimi di accelerare il trasferimento dei prigionieri di guerra attraverso il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR).

Mercoledì scorso, il JEM aveva annunciato il rilascio di tutti i detenuti prigionieri di guerra delle forze governative in risposta agli appelli dei leader religiosi, organizzazioni della società civile e le prestigiose figure nazionali.

Il portavoce del JEM-Dabago, Ahmed Abdel-Mageed, ha comunicato ai media che il suo gruppo è in attesa che il JEM informi il Comitato Internazionale della Croce Rossa Internazionale sulla posizione dei prigionieri di guerra in modo da poter intraprendere le procedure di trasferimento.

Etichette: , ,

venerdì, settembre 09, 2016

Continua l'impegno del Governo nel coinvolgere la comunità internazionale per i negoziati di pace

Il Governo del Sudan ha comunicato di aspettare la ripresa dei colloqui di pace con i gruppi di opposizione a metà settembre, aggiungendo che il Capo Negoziatore potrebbe visitare Khartoum per le discutere su questo tema.

Il Ministro per l'Informazione e Portavoce del Governo, Ahmed al-Balal, ha detto che la comunità internazionale sta effettuando degli sforzi per convincere i gruppi armati a firmare una cessazione delle ostilità e degli accordi per l'accesso umanitario nelle zone colpite dal conflitto prima di impegnarsi in colloqui politici che coinvolgano i partiti di opposizione.

Il Ministro ha, anche, aggiunto che se questi sforzi dovessero riuscire, il Presidente del Gruppo di Attuazione ad Alto Livello dell'Unione africana (AUHIP), Thabo Mbeki, svolgerà una visita a Khartoum per discutere la ripresa dei negoziati.

Etichette: , , ,

giovedì, settembre 08, 2016

I grupppi ribelli rilasciano bambini soldato

Il Presidente sudanese, Omer al-Bashir, ha annunciato il rilascio dei bambini soldato da parte dei gruppi ribelli ed ha promesso di prendere in considerazione il rilascio di tutti i prigionieri di guerra.

Una stima non ufficiale da parte del meccanismo di dialogo nazionale, noto come 7 + 7, ha messo in evidenza che il numero dei detenuti dai movimenti armati è di 93 anche se ci sono centinaia di prigionieri di guerra, tra cui 340 combattenti del Movimento per la Giustizia e l'Uguaglianza (JEM), che sono stati catturati durante la battaglia Gouz  Dango nel Sud Darfur nel mese di aprile del 2014.

L'esercito sudanese ha combattuto il Movimento per la Liberazione del Popolo del Sudan-Nord (SPLM-N) nelle zone del Nilo Azzurro e del Sud Kordofan dal 2011 ed altri gruppi armati del Darfur dal 2003.

http://www.sudantribune.com/spip.php?article60159

Etichette: , , ,

mercoledì, settembre 07, 2016

L'UE rifiuta di usare le milizie del Sudan per combattere l'immigrazione illegale

L'Unione europea (UE) ha negato di fornire qualsiasi sostegno alle Forze di Supporto Rapido (RSF), riconosciuto sostegno per gli sforzi del Sudan nel combattere l'immigrazione illegale ed il traffico di esseri umani.

L'RSF, che sono ampiamente identificate con le milizie Janjaweed, sono state originariamente mobilitate dal Governo sudanese per sedare la rivolta scoppiata nel Darfur nel 2003.

La milizia è stata riattivata e ristrutturata, nuovamente, nell'agosto 2013 sotto il comando del NISS per la lotta contro l'alleanza dei gruppi ribelli nella Regione del Darfur, negli Stati del Sud Kordofan e del Nilo Azzurro in seguito agli attacchi comuni nel Nord e nel Sud Kordofan nell'aprile 2013

Etichette: , , ,

martedì, settembre 06, 2016

L'ONU chiede al Sudan di creare un ambiente favorevole per il dialogo

L'Esperto Indipendente delle Nazioni Unite sulla situazione dei diritti umani in Sudan, Aristide Nononsi, ha chiesto al Governo sudanese di creare un ambiente favorevole per un dialogo nazionale libero ed equo, con la partecipazione di tutte le parti interessate.

Nel suo rapporto, che copre il periodo da ottobre 2015 a giugno 2016, Nononsi ha anche chiesto ai gruppi ribelli per mettere "l'interesse della gente del Sudan prima di tutto e di impegnarsi nei negoziati e nel dialogo con il Governo del Sudan".

Nononsi ha affermato che la situazione dei diritti umani nel Darfur, Sud Kordofan e Nilo Azzurro resta precaria, indicando i continui combattimenti e le violazioni dei diritti umani e del diritto umanitario internazionale da tutte le parti in conflitto.

Etichette: , , , , ,