Il blog di Italians for Darfur

lunedì, giugno 26, 2017

Il Sudan rifiuta le accuse di aiutare il terrorismo

Il Governo sudanese ha negato il coinvolgimento nel conflitto libico dicendo che non sta fornendo sostegno a nessuna delle parti in guerra.

Ahmed Mismari, portavoce dell'Esercito Nazionale Libico supportato dal rinnegato generale Khalifa Haftar, ha accusato il Sudan di colludere con il Qatar e l'Iran per sostenere il terrorismo in Libia.

Il portavoce ha sostenuto che il Qatar e l'Iran avevano fabbriche militari in Sudan e che fornivano armi e munizioni ai terroristi sia in Libia che altrove.

Etichette: , , , ,

venerdì, giugno 23, 2017

SPLM-N Agar chiede a Washington di invitare l'opposizione del Sudan

Il Movimento per la Liberazione del Sudan-Nord (SPLM-N)  Agar ha invitato l'amministrazione degli Stati Uniti, sotto il presidente Donald Trump, a invitare le forze dell'opposizione sudanese a Washington per discutere della pace in Sudan.

La richiesta viene dopo i rapporti su una riunione per le consultazioni che il Cater Center prevede di tenere il prossimo luglio ad Atlanta tra le parti in guerra in Sudan, per studiare i modi per sostenere gli sforzi dell'Unione Africana per la pace in Sudan.

Etichette: , , , , , ,

giovedì, giugno 22, 2017

Un'altra fazione scissionista dello SLM-AW è entrata nel processo di pace

Una nuova fazione scissionista del Movimento per la Liberazione del Sudan, guidata da Abdel-Wahid al-Nur, è entrata nel processo di pace dopo anni di ribellione nell'area di Jebel Marra, ha detto il governatore del Darfur Centrale.

Il Governo del Darfur Centrale, lo scorso novembre, ha firmato un accordo di pace con alcuni comandanti separati dallo SPLM-AW tra cui Abu Gamal Khalil Bakr, Al-Amin Abdel-Jabar al-Tahir (aka al-Amin Turo) ed il portavoce del Movimento, Shihab al-Din Ahmed Hagar.

Etichette: , , ,

mercoledì, giugno 21, 2017

Minnawi riconosce al-Hilu come leader dello SPLM-N

Il leader del Movimento per la Liberazione del Sudan (SLM-MM), Minni Minnawi, ha riconosciuto Abdel-Aziz al-Hilu come presidente del Movimento per la Liberazione del Popolo del Sudan-Nord (SPLM-N).

In una dichiarazione estesa ai media, Minni Minnawi ha anche invitato le parti in conflitto all'interno del Movimento a superare le loro differenze in modo da non danneggiare la lotta contro il regime dominante.

A seguito di una frattura che è iniziata all'inizio di quest'anno e dei successivi sviluppi, lo SPLM-N è ora diviso in due fazioni guidate, una da Malik Agar, e l'altra dal suo rivale al-Hilu.

Etichette: , , , , ,

martedì, giugno 20, 2017

Il NISS permette riprendere attività a giornale confiscato per tre giorni

Il Sudan’s National Intelligence and Security Services (NISS) hanno permesso al giornale Akhir Lahza di riprendere la sua attività martedì dopo aver sequestrato i giornali in stampa per tre giorni consecutivi senza dare motivi.

Il capo-redattore di Akhir Lahaza, Abdel-Azim Salih, ha confermato che gli agenti del NISS lo hanno informato, durante una telefonata di lunedì scorso, che il giornale potrebbe essere pubblicato martedì.

È degno di nota che il quotidiano Akhir Lahza è di proprietà del prominente membro del Partito del Congresso Nazionale (NCP) e dell'ex governatore del Sud del Darfur, Al-Hag Atta al-Manan.

Etichette: , , ,

lunedì, giugno 19, 2017

Al Bashir arriva in Arabia Saudita per discutere della crisi del Golfo

Il presidente sudanese Omer al-Bashir è arrivato in Arabia Saudita per la sua prima visita al Regno dopo il recente scoppio della crisi del Golfo.

È stato ricevuto all'aeroporto internazionale di Jeddah Re Abdulaziz a Jeddah dal vice Governatore della Mecca, il principe Abdullah bin Bandar bin Abdulaziz e da numerosi funzionari.

Il Ministro degli Esteri del Sudan, Ibrahim Ghandour, ha detto che al-Bashir terrà colloqui bilaterali con il re Salman bin Abdulaziz. Ha inoltre affermato che il presidente sudanese appoggerà gli sforzi di mediazione dell'Emiro del Kuwait, Jaber Al-Ahmad Al-Sabah, per risolvere la crisi del Golfo.

Etichette: , , , , , ,

venerdì, giugno 16, 2017

Gli Stati Uniti elimineranno le sanzioni sul Sudan

I funzionari degli Stati Uniti sono favorevoli alla revoca definitiva delle sanzioni economiche sul Sudan, secondo Bloomberg, un'agenzia di stampa di affari e di mercato, in una relazione rilasciata giovedì.

In linea con quanto comunicato, il Segretario di Stato USA, Rex Tillerson, deve effettuare entro il 12 luglio una raccomandazione formale a Trump sull'embargo economico al Sudan.

Una settimana prima di lasciare il suo ufficio, il 13 gennaio 2017, il presidente Barak Obama aveva deciso di ridurre le sanzioni economiche sul Sudan, dicendo che le nuove misure sarebbero entrate in vigore nel prossimo luglio.

http://www.sudantribune.com/spip.php?article62741

Etichette: , , , , ,

giovedì, giugno 15, 2017

Khartoum: inizia il processo del difensore dei diritti umani

Il processo contro il difensore dei diritti umani Mudawi Ibrahim Adam è iniziato a Khartoum in mezzo a una grande presenza di attivisti per i diritti umani e diplomatici stranieri.

Adam, professore universitario e Presidente dell'organizzazione non governativa Sudan Social Development Organisation (SUDO) è stato arrestato il 7 dicembre 2016 dai National Intelligence and Security Services (NISS).

I reati comprendono la pubblicazione di falsi rapporti, minare l'ordine costituzionale, spionaggio, provocare la guerra contro lo Stato, fomentare l'odio settario e gestire un'organizzazione terroristica.

Etichette: , , , ,

martedì, giugno 13, 2017

La situazione umanitaria in Darfur sta peggiorando secondo SLM-MM

Il Movimento per la Liberazione del Sudan-Minni Minnawi (SLM-MM) ha rilasciato una relazione con la quale afferma che la sicurezza e le situazioni umanitarie stanno peggiorando costantemente nel Darfur e si rammarica che gli attori internazionali non capiscano la situazione sul terreno.

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sta discuterà la situazione nella regione del Darfur questa settimana dopo aver. già, cambiato, il mandato dell'operazione UNAMID di mantenimento della pace in una forza di costruzione della pace.

Etichette: , , , , ,

lunedì, giugno 12, 2017

Il Consiglio di Sicurezza cambia il mandato di UNAMID

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite dovrebbe apportare importanti modifiche al mandato della Missione Ibrida del Darfur trasformando lo scopo per il mantenimento della pace in uno per la costruzione della pace attraverso la modifica della struttura della sua forza.

Il Consiglio di Sicurezza dei 15 membri dovrebbe rinnovare il mandato per la Missione dell'Unione Africana-Nazioni Unite nel Darfur (UNAMID) in quanto scadrà il 30 giugno. Il Consiglio di Sicurezza discuterà la questione il 14 giugno e concederà l'estensione del mandato per un ulteriore anno il 27 giugno.

Etichette: , , , , ,

martedì, giugno 06, 2017

Il difensore dei diritti umani accusato aver commesso sei reati

L'agenzia di stampa ufficiale SUNA ha dichiarato che l'ufficio della procura per la sicurezza statale del Sudan ha denunciato ufficialmente l'attivista per i diritti umani Mudawi Ibrahim per sei reati, alcuni dei quali punibili con la morte.

Ibrahim, professore di ingegneria e presidente dell'Organizzazione non governativa per lo Sviluppo Sociale del Sudan (SUDO) è stato arrestato il 7 dicembre 2016 dal National Intelligence and Security Services (NISS).

L'accusa ha sottolineato che il denunciante appartiene ad un'organizzazione criminale che conduce attività di spionaggio e di intelligence a favore delle ambasciate straniere in cambio di denaro.

Etichette: , , , ,

lunedì, giugno 05, 2017

Il Governo accusa i ribelli di essere responsabili dei recenti scontri

Il Governo sudanese ha sostenuto che i ribelli del Darfur sono i responsabili dei recenti scontri nella Regione dicendo che le azioni delle forze governative rientrano, invece, nell'esercizio del diritto dell'autodifesa.

In una serie di scontri che hanno avuto inizio il 20 maggio, l'esercito sudanese e la sua milizia hanno combattuto contro il Movimento per la Liberazione del Sudan - Minni Minnawi (SLM-MM) e SLM-Concilio di Transizione (SLM-TC) negli Stati del Sud e del Nord del Darfur.

Etichette: , , , , ,

giovedì, giugno 01, 2017

Uomini sconosciuti hanno ucciso un peacekeeper nel Sud Darfur

Un soldato nigeriano della Missione Ibrida dell'Unione Africana e Nazioni Unite in Darfur (UNAMID) è stato ucciso da persone sconosciuti nel centro di Nyala, capitale dello Stato del Sud Darfur.

Nessun commento ufficiale sull'incidente è stato rilasciato da UNAMID.

Tuttavia, una fonte ufficiale della Missione ha dichiarato ai media, in condizione di anonimato, che gli uomini armati hanno sparato ad un casco blu nigeriano mentre stava acquistando pezzi di ricambio dalla zona industriale del centro Nyala.

Etichette: , , , , , , ,

mercoledì, maggio 31, 2017

JEM-Dabajo accusa il Governo di violare la condivisione del potere

Il Movimento per la Giustizia e l'Uguaglianza-Dabajo (JEM-Dabajo) ha accusato il Governo sudanese di violare il protocollo di condivisione del potere che fa parte di un accordo di pace firmato nel 2013 a Khartoum.

L'ex gruppo ribelle aveva firmato un accordo di pace a Doha con il Governo sudanese il 6 aprile 2013, a seguito della divisione del JEM, guidato da Gibril Ibrahim, nel settembre 2012.

Dopo la formazione del nuovo Governo transitorio incaricato di mettere in atto i risultati del dialogo nazionale, JEM-Dabajo ha protestato la riduzione della sua quota di potere dopo che il taglio del Governo di 14 posti ministeriali.

Etichette: , , , , ,

martedì, maggio 30, 2017

I dissidenti del JEM arrivano a Khartoum per firmare la pace

I leader dissidenti ribelli del Movimento per la Giustizia e l'Uguaglianza (JEM), guidato da Gibril Ibrahim, sono arrivati martedì nella capitale sudanese.

L'elenco dei nomi dei rimpatri ha incluso l'ex segretario dell'organizzazione e l'amministrazione del JEM, Abu Bakr Hamid Nur, l'ex segretario per gli affari umanitari, Suleiman Jamous, l'ex funzionario dell'informazione, Abdel-Karim Kari, il segretario della regione del Nilo Azzurro, Hamid Hagar Hassan, e Abu al-Gasim al-Bashir .

Nur ha dichiarato che sono giunti a Khartoum perché hanno scelto la pace ed il dialogo nazionale, indicando che il loro ritorno rientra nell'ambito di un'iniziativa di pace lanciata e mediata dal presidente del Ciad, Idriss Déby.

Etichette: , , , , , , ,