Il blog di Italians for Darfur

venerdì, marzo 24, 2017

Il difensore dei diritti umani Mudawi Ibrahim rimane in galera senza processo

L'avvocato, Nabil Adib, del detenuto difensore dei diritti umani, Mudawi Ibrahim Giovedi, ha lamentato il fatto che il suo cliente è ancora in carcere senza accusa da ben tre mesi, ed ha rinnovato la richiesta per liberarlo.

Nabil Adib ha detto ai media che si è incontrato con Ibrahim due giorni fa ed ha presentato una nota al procuratore di sicurezza dello Stato, sottolineando la lentezza delle procedure che lo tengono bloccato in custodia.

"Abbiamo chiesto all'accusa di rinviare la causa al giudice o di rilasciare Mudawi", ha detto Adib. "Sono assolutamente certo che non v'è nessuna accusa seria contro di lui. Se il caso sarà sottomesso alla corte, il mio cliente sarà sicuramente rilasciato", ha aggiunto.


Etichette: , , , , , , ,

giovedì, marzo 23, 2017

Cater Center discute con il Governo sudanese

Il Ministro degli Esteri sudanese, Ibrahim Ghandour, ed il Direttore Associato per la Risoluzione dei Conflitti del Programma per l'Africa al Carter Center, John Goodman,  hanno discusso sugli sforzi in atto per portare la pace in Sudan e raggiungere riforme democratiche.

Il Carter Center ha una vecchia relazione con il Governo sudanese, in quanto lavorano insieme in diversi programmi umanitari, tra cui il cessate il fuoco in Guinea nel 1995. Inoltre, ha mediato un accordo tra il Sudan e l'Uganda nel 1999 per collaborare nella lotta contro il LRA.

Etichette: , , , ,

mercoledì, marzo 22, 2017

Visita diplomatica degli USA in Sudan: migliorare le relazioni

L'Incaricato d'Affari degli Stati Uniti, Steven Koutsis, è in visita nella zona est del Sudan per discutere la relazione Stati Uniti-Sudan con i leader locali, i rappresentanti delle imprese, del mondo accademico e della società civile.

Una volta il Sudan era uno stretto alleato degli Stati Uniti nella Regione, ma i rapporti tra la Nazione dell'Africa orientale e gli Stati Uniti sono stati segnati da un difficile embargo economico  - per quasi vent'anni - e le accuse di sostegno ai gruppi terroristici

I diplomatici statunitensi a Khartoum, tuttavia, hanno lavorato in questi anni per coinvolgere il popolo sudanese nel tentativo di migliorare l'immagine del loro Paese, distorta da ripetute critiche dell'amministrazione di al-Bashir da parte dei funzionari del Governo USA.

Etichette: , , ,

martedì, marzo 21, 2017

Defezioni nel Movimento per la Giustizia e l'Uguaglianza

Il Capo del personale del Movimento per la Giustizia e l'Uguaglianza (JEM), Tijani al-Dhaib, ha negato la sua defezione ed ha ribadito il suo sostegno al leader del Movimento, Jibril Ibrahim.

In una dichiarazione rilasciata lunedì, un gruppo di ufficiali del JEM avevano annunciato la loro defezione dal JEM per unirsi alla fazione scissionista del Nuovo Movimento per la Giustizia e l'Uguaglianza (New JEM) guidato da Mansour Arbab Younis.

La dichiarazione è stata, presumibilmente, firmata da 13 ufficiali fra cui apparirebbe proprio il nome di al-Dhaib.


Etichette: , , , ,

lunedì, marzo 20, 2017

La visita della delegazione del Sudan al Congresso USA ha portato risultati positvi

Il Presidente del Parlamento sudanese ha rivelato che una delegazione del Congresso degli Stati Uniti dovrebbe visitare il Sudan quest'anno ed ha sottolineato che la sua visita a Washington ha contribuito a sensibilizzare l'opinione del Congresso degli USA sugli sviluppi politici del Sudan.

Ibrahim Ahmed Omer si è recato a Washington lo scorso febbraio, dove ha incontrato un certo numero di membri del Congresso degli Stati Uniti, noti per il loro sostegno alle sanzioni contro il Sudan. Lo scopo della sua visita è stato quello di spiegare la politica del suo Governo e gli sforzi di questo nel porre fine alla guerra e raggiungere riforme democratiche.

In una conferenza stampa tenutasi a Khartoum, Omer ha confermato ai giornalisti che la sua delegazione ha incontrato i membri del Congresso, i funzionari del Dipartimento di Stato ed un certo numero di gruppi di pressione e uomini d'affari.

Etichette: , , , , , , , ,

venerdì, marzo 17, 2017

Il Partito Liberal Democratico si aggiunge ai firmatari del Documento Nazionale

Il capo del Partito Liberal Democratico di opposizione (LDP), Mayada Soar al-Dahab,  ha firmato il documento quadro nazionale di dialogo, "il Documento Nazionale", promettendo di continuare a lavorare per la pace ed il cambiamento democratico.

Nel mese di ottobre 2016, Soar alDahab aveva annunciato il ritiro di LDP dalle Forze Future per il Cambiamento (FFC) a causa dell'adesione di una fazione, guidata da al-Tayeb Mustafa, dell'ampia alleanza al processo di dialogo guidato dal Governo.

Il leader del LDP ha firmato il documento nazionale durante una cerimonia tenutasi presso la Sala dell'Amicizia a Khartoum in cui hanno partecipato i membri del Comitato di Applicazione del Rendimento del Dialogo e del Segretariato del Dialogo Nazionale.

Etichette: , , , ,

giovedì, marzo 16, 2017

55.000 bambini soffrono di malnutrizione nel Sud Darfur

Una fonte ufficiale all'interno del Ministero della Sanità dello Stato del Sud Darfur ha rivelato che almeno 55.000 bambini soffrono di malnutrizione e che la maggior parte di loro sono sottoposti a trattamenti negli ospedali dello Stato.

Il funzionario, che ha parlato con un giornale locale a condizione di anonimato, ha affermato che il Dipartimento per la Nutrizione dei bambini in coordinamento con il Ministero della Sanità federale ed una ONG stanno lavorando per fornire servizi medici ai bambini malnutriti.

Nel frattempo, lo Stato del Sud Darfur ha lanciato una campagna per rilevare gli indicatori di malnutrizione infantile per i 414.000 bambini in 11 località.



Etichette: , , , ,

mercoledì, marzo 15, 2017

Incontro fra Sudan ed Unione Europea su argomenti in comune

I funzionari del Ministero degli Esteri del Sudan e la delegazione in visita dell'Unione Europea (UE) hanno discusso su diverse questioni di interesse comune.

Il Direttore del Dipartimento di Relazioni Internazionali alla Farnesina, Mahmoud Hassan al-Amin, ha spiegato ai giornalisti le questioni di cui hanno parlato le due parti, tra cui i diritti umani, la pace in Darfur, la strategia di uscita di UNAMID, nonché del commercio, la cooperazione economica e l'immigrazione illegale.

Al-Amin ha affermato che i colloqui sono stati caratterizzati da "chiarezza e schiettezza", sottolineando che il suo Paese spera che questi incontri possano portare a "una migliore comprensione dell'UE della situazione in Sudan.

Etichette: , , , , ,

martedì, marzo 14, 2017

Il Sudan nomina nuovo addetto militare a Washington dopo 28 anni

Il Ministero degli Esteri del Sudan ha annunciato di aver nominato un nuovo addetto militare presso la sua ambasciata a Washington, il primo da oltre 28 anni fa.

Il colonnello Abuzar Dafa Allah sarà il nuovo addetto militare presso l'ambasciata sudanese a Washington, ha confermato Gharib Allah Khidir, portavoce del Ministero degli Esteri.

"Questo passo indica la ripresa della cooperazione militare, anche in maniera simbolica, e migliora la normalizzazione delle relazioni tra i due Paesi", ha detto ulteriormente ai media il portavoce.

Etichette: , , , ,

lunedì, marzo 13, 2017

Il Governo dice che lo SPLM-N dovrebbe accettare la proposta USA senza condizioni

Il Portavoce della delegazione del governo Sudanese addetta alla negoziazione, Hussein Hamdi, ha detto che il Movimento per la Liberazione del Popolo del Sudan-Nord (SPLM-N) dovrebbe accettare la proposta umanitaria degli Stati Uniti senza condizioni.

Domenica scorsa, un alto funzionario dello SPLM-N aveva comunicato alla stampa le esigenze del Movimento di alcune "aggiunte e miglioramenti" che dovrebbero essere apportati alla proposta degli USA prima di poter firmare.

Etichette: , , , , ,

venerdì, marzo 10, 2017

Il Governo del Sudan rilascia 259 prigionieri di guerra

Il Movimento per la Giustizia e l'Uguaglianza (JEM) ha elogiato gli sforzi del presidente ugandese Yoweri Museveni per assicurare il rilascio dei 259 prigionieri di guerra che sono stati effettivamente liberati giovedì a Khartoum.

Le autorità della prigione di Kober a Khartoum Nord hanno rilasciato 259 prigionieri di guerra, membri dei gruppi armati del Darfur in linea con la realizzazione della grazia presidenziale emessa mercoledì.

Il Direttore del carcere di Kober, Saeed Dahia, ha detto che 25 membri del Movimento per la Giustizia e l'Uguaglianza (JEM), che hanno partecipato all'attacco del 2008 a Omdurman, sono stati rilasciati tra cui Abdelaziz Ashr, fratellastro del leader del JEM, Gibril Ibrahim.

Etichette: , , , ,

giovedì, marzo 09, 2017

Al-Bashir concede amnistia a 259 prigionieri dei movimenti ribelli del Darfur

Il presidente sudanese Omer al-Bashir ha emesso un decreto con il quale fa cadere le condanne a morte contro 66 detenuti dei movimenti ribelli del Darfur e ne perdona altri 193 giudicati colpevoli di reati minori.

Il decreto presidenziale è stato emesso in base alle disposizioni degli articoli 208 (1) e 211 del Codice Penale del 1991.

"Questo decreto arriva per promuovere lo spirito di accordo nazionale e per creare un clima favorevole per raggiungere una pace sostenibile nel Paese alla luce delle raccomandazioni del dialogo nazionale e del documento nazionale che hanno espresso la volontà del popolo del Sudan", si legge nel decreto.

Etichette: , , , ,

mercoledì, marzo 08, 2017

Il NISS manterrà anche poteri duri verso le "Libertà"

In una sfida aperta alle riforme costituzionali previste dal Parlamento sudanese, il Direttore generale della National Intelligence and Security Services (NISS) ha promesso di sviluppare poteri deboli e forti per la sua agenzia.

Mohamed Atta ha svolto le sue promesse in un discorso pronunciato presso il complesso del NISS a Khartoum Nord durante una celebrazione della consegna della Medaglia per il Raggiungimento, un'onorificenza militare recentemente consegnata dal presidente Omer al-Bashir ai membri ed al direttore dell'agenzia di sicurezza.

La dichiarazione è stata vista come una dichiarata violazione al documento sulle ''Libertà'' presentato al Parlamento lo scorso gennaio, al fine di limitare i poteri del NISS connessi alla detenzione arbitraria ed alla censura sulla stampa.

Etichette: , , , , ,

martedì, marzo 07, 2017

Il Sudan esprime "profondo rifiuto e infelicità" per il nuovo divieto di viaggio USA

Il Governo sudanese ha espresso "profondo rammarico e malcontento" rispetto al nuovo divieto di viaggio imposto dal presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, bloccando i suoi cittadini nell'entrare negli Stati Uniti.

Lo scorso lunedì, Trump ha incluso il Sudan in un nuovo divieto di viaggio per 6 paesi a maggioranza musulmana, sottolineando che il Paese dell'Africa orientale ospita, ancora, elementi legati a gruppi terroristici.

La rinnovata decisione dell'amministrazione degli Stati Uniti vieta l'ammissione dei rifugiati e nuovi visti per i cittadini provenienti da 6 nazioni a maggioranza musulmana. Nello specifico, tale provvedimento sospende l'ammissione dei rifugiati per 120 giorni e blocca nuovi visti per i viaggiatori provenienti da Siria, Iran, Libia, Somalia, Yemen e Sudan.

Etichette: , , , , ,

lunedì, marzo 06, 2017

Trump rinnova il divieto di viaggiare al Sudan ed altri 6 Paesi a maggioranza islamica

Il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha incluso nuovamente il Sudan in una lista di 6 Paesi a maggioranza musulmana a cui è stato vietato di viaggiare nel Paese nordamericano, dicendo che lo Stato dell'Africa orientale ancora ospita elementi legati a gruppi terroristici.

Lo scorso gennaio, i tribunali degli Stati Uniti avevano bloccato un tentativo controverso del presidente Trump di impedire ai cittadini di 7 Paesi a maggioranza musulmana di entrare negli Stati Uniti, sostenendo che questa misura servirebbe a proteggere il Paese dagli attacchi dei militanti islamici.

Al momento, Khartoum ha condannato l'ordine del presidente Trump contro i suoi cittadini, sottolineando, invece, la sua cooperazione nella lotta contro il terrorismo. Il Governo del Sudan ha affermato che questo gesto degli Stati Uniti porterà un "segnale negativo" rispetto alla speranza di togliere il Sudan dalla lista degli Stati sponsor del terrorismo.

Etichette: , , , , , , , ,