Il blog di Italians for Darfur

domenica, agosto 18, 2019

Firmato accordo tra militari e società civile: al via da settembre il governo di transizione

E' una notizia che ha quasi dell'incredibile, dopo la caduta del dittatore Bashir e la svolta reazionaria della giunta militare, l'accordo siglato ieri a Khartoum tra i militari e la rappresentanza dei manifestanti all'opposizione che a gran voce chiedevano da mesi un processo democratico per il Paese.

L'evento storico, e dal forte impatto emotivo per chi da anni racconta e opera civicamente per una soluzione alla crisi del Paese, come fa da oltre dieci anni in Italia l'associazione Italians for Darfur Onlus, è stato raccontato in presa diretta da Antonella Napoli, giornalista e presidente dell'associazione Italians for Darfur Onlus, oggi di rientro dalla capitale sudanese.

La dichiarazione costituzionale appena siglata porterà alla nomina di un nuovo Primo Ministro del governo di transizione, prevista per martedì prossimo, e alla creazione di un Consiglio misto tra militari e civili che dovrebbe portare il Paese a un governo civile dopo tre anni.

Se il potente generale Mohammed Hamdan Dagolo "Hemeti" cederà davvero le redini del Paese al popolo lo vedremo nei prossimi anni, intanto Khartoum festeggia.