Il blog di Italians for Darfur

lunedì, gennaio 28, 2008

EUFOR CHAD/RCA: i dettagli della missione europea per il Darfur

Da Bruxelles è finalmente giunto il via libera alla missione europea ai confini del Darfur, in Ciad e Repubblica Centrafricana, nell'ambito della European Security and Defence Policy (ESDP). La missione è prevista dalla risoluzione 1778 delle Nazioni Unite, (25 settembre 2007), che approva la missione ONU in CIAD/RCA (MINURCAT) e autorizza il dispiegamento delle forze di pace europee nei due Paesi per un anno.
L' EUFOR TCHAD/RCA supporterà in tal modo la missione ONU.
In particolare avrà i seguenti obiettivi:

* Proteggere i civili in pericolo, soprattutto i rifugiati e gli sfollati;
* favorire gli aiuti umanitari e il libero movimento degli operatori umanitari, garantendo maggiori livelli di sicurezza nelle aree delle operazioni;
* contribuire alla protezione del personale e delle strutture delle Nazioni Unite in ogni loro movimento.

Il Council Joint Action è lo strumento legale che autorizza, in seno al Consiglio dell' Unione Europea, la missione, e stabilisce i seguenti punti:

- Programmazione: è pronto il piano di impiego del contingente EUFOR che prevede l'invio, anche a distanza di alcune settimane dalla sua approvazione, delle prime unità operative.
- Comando: sarà il Generale Patrick Nash (Irlanda) il Comandante delle operazioni, al Quartier Generale in Francia, a Mont Valérien, nei pressi di Parigi; Jean-Philippe Ganascia è il Comandante delle Forze operative sul terreno.
- Costi: le spese saranno distribuite attraverso il meccanismo ATHENA, che assegna agli Stati membri le quote di partecipazione relative alle operazioni militari dell'Unione Europea. Il totale del finanziamento previsto è di 99,200,000 euro.
- Controllo politico: il Political and Security Committee (PSC) ha il controllo politico e strategico, come la facoltà di correggere il piano operativo, il Comando e le regole di ingaggio. Le decisioni sugli obiettivi e il termine della missione sono, tuttavia, esclusiva del Consiglio dei Ministri. La Commissione Militare dell'Unione Europea (EUMC) vigilerà sull'esecuzione delle operazioni e riferrà al PSC. Il Rappresentante Speciale dell'Unione Europea per il Sudan (EUSR), Torben Brylle ha inoltre il diritto di dare indicazioni al Comandante delle Forze sul campo senza intermediazione del Comandante delle operazioni.
- Altre relazioni: Solana, con l'assistenza dell' EUSR, sarà il primo punto di contatto per le Nazioni Unite, il governo del Ciad e per la Rep. Centrafricana.E' autorizzato a condividere informazioni classificate con il Comandante delle operazioni, che farà da collegamento con il Dipartimento delle Operazioni di Peacekeeping (DPKO). Saranno stabilite le modalità di cooperazione con le Nazioni Unite.
- Scadenza: la missione terminerà non più tardi di 12 mesi dopo il raggiungimento della piena operatività del contingente.



Etichette: , , , , , ,

1 Comments:

Posta un commento

<< Home